Friuli Venenzia Giulia fanalino di coda su lavoro tra le Regioni del Nord-Est

Friuli Venenzia Giulia fanalino di coda su lavoro tra le Regioni del Nord-Est

Dopo Trieste anche a Gorizia “grazie alla collaborazione con Renata Polverini abbiamo un quadro reale del Friuli Venezia Giulia e presenteremo un progetto reale per il rilancio”. I 140 caratteri twitter della collega di Forza Italia, On. Sandra Savino, rivelano la volontà di tutto il gruppo azzurro a livello nazionale di puntare sulla Regione del Nord-Est, in particolare perché proprio qui si concentrano i dati più allarmanti inerenti la disoccupazione tra i 15 e i 64 anni.

IL MERCATO DEL LAVORO IN FRIULI VENEZIA GIULIA

Lo studio realizzato dal Dipartimento Lavoro di Forza Italia in occasione degli incontri in Friuli sottolinea che tra gennaio e novembre del 2016 sono stati poco più di 100.000 i contratti di lavoro attivati, di cui circa 16.000 a tempo indeterminato, mentre l’anno precedente erano pari a circa 103.000 con un numero di rapporti a tempo indeterminato superiore a 25.000.

Schermata 2017-03-03 alle 11.48.55

Complessivamente, dunque, le assunzioni hanno segnato un calo del 2,5%, laddove i nuovi rapporti di lavoro a tempo indeterminato si sono ridotti del 36,5%.

IMG_2017-03-04 10:47:19
Il problema è che fare le leggi a suon di demagogia porta a questi risultati. Renzi ha messo in campo il Jobs act togliendo di fatto il lavoro a tempo indeterminato, infatti si rileva un crollo anche in Friuli Venezia Giulia dei contratti a tempo indeterminato, ma soprattutto ha eliminato tante tipologie di lavoro flessibile e oggi chi vuole offrire lavoro senza passare per il contratto a tutele crescenti non ha altra alternativa che il voucher o le partite Iva. In Forza Italia siamo dell’idea che nell’occuparci del voucher dobbiamo anche reintrodurre forme flessibili di lavoro che sono utili per le imprese e molto spesso sono utili anche per il lavoratore.

Proprio due giorni fa l’ex Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, tra una e-news e un post su Facebook ha dimenticato di di specificare una cosa soprattutto a noi che “amiamo i bilanci”: il Jobs Act oltre ad aver favorito la creazione di 680 mila posti di lavoro, ha contribuito ad allargare continuativamente la fetta dei disoccupati, ben 3 milioni a livello nazionale.

Sarà forse colpa della stanchezza provocata dai viaggi in macchina nel Mezzogiorno, se ha dimenticato inoltre di sottolineare che abbiamo subito un calo del 32% di contratti a tempo indeterminato, i quali fino a prova contraria rappresentano il cavallo di battaglia della sua riforma.

IMG_2017-03-04 10:47:24

Gli incontri di Trieste e Gorizia si inseriscono all’interno del ciclo di convegni organizzati dal Dipartimento Lavoro di Forza Italia sui tema della crescita e del lavoro. Al Friuli però si guarda in maniera particolare proprio perché la Regione del Nord-Est appare essere la più colpita tra i territori settentrionali dalla disoccupazione.

Dopo gli ottimi risultati delle Amministrative 2016 bisogna continuare con impegno, grazie al lavoro della coordinatrice regionale Forza Italia FVG, On. Sandra Savino e i consiglieri regionali, Rodolfo Ziberna, candidato sindaco azzurro a Gorizia e Riccardo Riccardi, che in Consiglio ricopre la carica di capogruppo FI.

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>