#SudAct2016 si chiude a L’Aquila

#SudAct2016 si chiude a L’Aquila

Con oggi il Sud Act 2016 si chiude. Siamo stati a l’Aquila, a pochi giorni dal terremoto che ha colpito le Marche, per parlare di ricostruzione post emergenza ambientale.

Quando ero Presidente della Regione Lazio stanziammo 120 milioni di euro per il rischio idrogeologico. Oggi il governo mette a disposizione solo 1 milione di euro per lo stesso obiettivo. E’ palese come queste risorse siano irrisorie per la risoluzione delle emergenze.

Io mi auguro che le slide proposte dal presidente del Consiglio si trasformino in qualcosa di concreto. E soprattutto spero che l’Italia impari a collaborare con i commissari proposti dall’esecutivo. In particolare mi riferisco alle istituzioni locali che non devono arroccarsi e non permettere agli stessi di lavorare serenamente.

L’Italia poi non è un Paese bloccato solo perché ci sono leggi e regolamenti ostacolanti ma perché non è un Paese che davvero utilizza le competenze e le potenzialità che abbiamo in termini di risorse umane.

Ricordo le prime parole pronunciate dal sindaco di Amatrice, quando consigliò di raggiungere il paese in provincia di Rieti via elicottero perché le strade erano completamente bloccate. In quel momento ho capito che anche quel piccolo sforzo che facemmo come amministratori locali, ossia la promozione dell’elisoccorso, non è solo servito a trasferire i pazienti malati in strutture ospedaliere più efficiente ma anche utile alle urgenze/emergenze come quella del 24 agosto.

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>