Siamo all’ultima chiamata per salvare il MezzogiornoMezzogiorno

Siamo all’ultima chiamata per salvare il MezzogiornoMezzogiorno

“Siamo all’ultima chiamata per salvare il Mezzogiorno: il Parlamento deve usare la legge di stabilità per dare a milioni di poveri, di giovani senza lavoro, di mamme che hanno timore a fare altri figli e di imprese che scappano o vengono chiuse dalla mancanza di credito, la speranza che al Sud si possa ancora vivere. I dati diffusi oggi dallo Svimez confermano che la crisi del Mezzogiorno non può essere risolta con i palliativi immaginati da Renzi e già fortemente criticati da Forza Italia e dai sindacati. Occorrono misure straordinarie e di forte quanto immediato impatto sul piano degli investimenti pubblici, della fiscalità, degli incentivi all’occupazione e del contrasto alla povertà e serve soprattutto riallacciare il confronto con le parti sociali che hanno molto da dire e da proporre come dimostrano, ad esempio, le conferenze sul Mezzogiorno che l’UGL sta portando avanti nell’ambito dell’iniziativa denominata SudAct.”

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>