Serve più certezza sull’identificazione dei minori stranieri

Serve più certezza sull’identificazione dei minori stranieri

I dati aggiornati di Save the Children ci dicono che dall’inizio dell’anno sono circa 20mila i minori non accompagnati, cifra in crescita rispetto al 2015.

Spesso questi minori arrivano nel nostro Paese non solo per scappare dalla guerra e dalla fame ma spesso anche perché vittime della tratta legata alla prostituzione e alla droga. Dai racconti dei tutori volontari delle case famiglia sappiamo che questi giovani stranieri esibiscono numeri di telefono o indirizzi con la scusa che questi corrispondano ai recapiti dei loro parenti residenti in territorio italiano. Di rado queste informazioni coincidono con la realtà, come frequentemente appare inverosimile l’età anagrafica che dichiarano al loro arrivo.

Il disegno di legge in discussione alla Camera mira a tutelare in particolare questo aspetto quando all’articolo 6 specifica la necessità di rendere omogenea nel territorio la procedura di identificazione. Altro punto da tenere in considerazione è quello dell’art. 12 volto all’istituzione di elenchi di tutori volontari presso ogni tribunale ordinario.

La cronaca infatti ci dice che spesso i tutori abbiano sotto la loro protezione decine di minori non accompagnati pur di guadagnare su di loro cifre che poi effettivamente non vengono spese per la loro crescita e soddisfare i fabbisogni dei ragazzi stranieri.

E’ compito del legislatore porre un freno alla speculazione che anche sulla pelle dei minori non accompagnati cresce a dismisura. Inoltre è necessario che una norma aiuti chi dirige le case famiglia perché non è possibile che le conseguenze dei flussi ricadano tutte sui volontari che poco o nulla possono fare difronte ai minori che scappano o che fanno difficoltà a sottostare alle regole che la vita in una casa famiglia giustamente impone.

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>