Rimango con l’amaro in bocca sulle nuove misure del sistema pensionistico

Rimango con l’amaro in bocca sulle nuove misure del sistema pensionistico

Questa mattina sono intervenuta alla trasmissione radiofonica Radio Anch’io. Ho risposto ad alcune domande degli ascoltatori riguardo le nuove misure sul sistema pensionistico.

Non sono sorpresa che i sindacati si siano mostrati positivi dopo la firma del verbale con il governo. Posso ben capire che sia importante per loro, dopo tanti anni in cui le rappresentanze dei lavoratori non hanno avuto modo di interagire sul tema con l’esecutivo. Io però – come ho dichiarato in radio – rimango con l’amaro in bocca perché da un premier giovane mi sarei aspettata una riforma sulle pensioni più coraggiosa.

Sono ancora fuori tutti quelli che entrano tardi nel mondo del lavoro. I giovani in questione riscontreranno, tra le altre cose, molte difficoltà per l’accesso alla pensione sociale.

Sarò sincera: mai avrei immaginato che si potesse ricorrere al prestito bancario per andare in pensione. Anche se, come il governo ci ha tenuto a precisare, non verranno lasciati debiti agli eredi. Oltre i giovani, ancora senza tutele sul fronte pensionistico, anche i 30 mila senza reddito da vari anni, che dal governo non hanno ancora ricevuto risposte, attendono che la sperequazione abbia termine. Per loro noi chiediamo l’ottava salvaguardia.

Mi è stato domandato inoltre cosa abbiamo fatto sulla questione “opzione donna”. Ebbene, senza nessuna colpa, poco o nulla. Quando era in discussione la legge finanziaria abbiamo presidiato come commissione Lavoro. Siamo riusciti infatti a far inserire il “contenitore”, ossia l’uso di tutte quelle risorse che rimangono fuori.

Sul fronte esodati, altra grande problematica italiana, siamo incerti sul numero totale ma solo perché l’Inps, a causa delle banche dati scollegate, non ci ha fornito il numero esatto.

 

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>