Precari della giustizia: “Restituiteci dignità” – Il percorso da seguire dopo la risposta del ministero della Giustizia

Precari della giustizia: “Restituiteci dignità” – Il percorso da seguire dopo la risposta del ministero della Giustizia

Tre decreti con l’intento di prorogare un tirocinio di continua formazione che dura ormai da sette anni.

2015, 2016 e 2017 gli anni dei tre decreti, e quindi delle tre procedure di selezione concorsuale. L’ultimo provvedimento risale a qualche giorno fa, firmato dal ministro Orlando, per l’avvio del programma di assunzioni delle 1000 unità di personale amministrativo, non dirigenziale per l’amministrazione giudiziaria, in attuazione della legge di stabilità 2017.

Ad oggi sono 1115 i tirocinanti della giustizia che da troppo tempo sono soggetti a una formazione diventata un vero e proprio lavoro presso gli Uffici del Processo, ossia sedi create ad hoc per coadiuvare i magistrati.

Secondo ciò che si legge in un documento redatto da una delle tirocinanti, “le prime sperimentazioni hanno consentito di verificare una tendenziale riduzione delle pendenze del 15%”.

Una grossa utilità quindi, che però andrebbe rivista.

Quello che loro chiedono infatti è un provvedimento legislativo creato ad hoc sulla loro situazione che possa risolvere la condizione di precariato in cui versano da anni o al massimo la messa al bando di un concorso modellato sulle loro competenze senza nessun escluso.

Cliccando sul link si potrà ricostruire il percorso seguito a livello parlamentare.

Nel pomeriggio di ieri ho incontrato per la seconda volta i tirocinanti della giustizia

2017-05-05 12.49.38

 

Dialogando con loro abbiamo deciso di intraprendere un percorso volto alla soluzione della problematica, fermo restando che il concorso, a oggi, è l’unico modo per trovare stabilizzazione delle posizioni e delle competenze acquisite in questi anni.

 

 

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>