Pescara è andata. Ora Terni e Perugia il 7 novembre #10milakmperilNO

Pescara è andata. Ora Terni e Perugia il 7 novembre #10milakmperilNO

Si è appena conclusa a Pescara la sesta tappa della mobilitazione nazionale messa in campo dal Comitato Lavoratori per il No.

Da Avellino, Matera, Taranto, Frosinone e Latina fino al capoluogo abruzzese.

Questa campagna referendaria è tutta spostata verso il Sì, soprattutto sulla stampa nazionale. Ho appoggiato il percorso del No di questo gruppo di lavoratori per dare forza alla loro voce.

La Presidente del Comitato Lavoratori per il NO, Valentina Iori, ha spiegato poi la posizione del gruppo di lavoratori sul Cnel: “Noi difendiamo il Cnel perché è l’unico luogo terzo deputato alle parti sociali. Non ci scordiamo poi che l’organo ausiliario possiede l’archivio dei contratti nazionali”.

Questa riforma è tutta una menzogna.

47 articoli modificati a sfavore dei cittadini. La Carta è stata snaturata, non è più comprensibile.

A sostegno del Comitato Lavoratori per il NO c’erano anche Fabrizio Di Stefano, deputato di Forza Italia, che ha sottolineato un dato emerso dal sondaggio commissionato all’istituto Eumetra Monterosa: “Si rileva che saranno i giovani per la maggior parte a votare No al prossimo referendum costituzionale. Questo accade perché sono proprio i giovani quelli che soffrono di più la crisi. Sono la parte debole del Paese”.

Sono intervenuti anche il coordinatore regionale di Forza Italia, Nazario Pagano, il consigliere regionale di Forza Italia, Lorenzo Sospiri e il coordinatore locale di Fratelli d’Italia, Armando Foschi.

Il percorso del Comitato Lavoratori per il No continuerà il prossimo 7 novembre a Terni e Perugia.

[tratto dal CS Comitato Lavoratori per il NO]

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>