Pensioni, Boeri non ha la percezione del suo ruolo

Pensioni, Boeri non ha la percezione del suo ruolo

L’ultima dichiarazione rilasciata dal Presidente dell’Inps, Tito Boeri, a Tutto pensioni 2017 de Il Sole 24 Ore, riferendosi alle innovazioni introdotte con la Legge di stabilità, ci fa intendere che non ha la minima percezione del suo ruolo.

Perché essendo a capo dell’Istituto di previdenza non può permettersi di infangare una conquista come la quattordicesima.

L’introduzione del bonus ha due obiettivi specifici: ridare fiato all’economia e accrescere i consumi. Inoltre il sistema pensionistico italiano è contributivo, quindi obbligatoriamente diventa un trattamento individuale a prescindere dal contesto familiare.

Piuttosto è da analizzare l’intero apparato previdenziale alla luce della precarietà lavorativa, in particolare quella giovanile.

Il quadro generale che si prospetta per il loro futuro è confuso, in quanto proprio il sistema pensionistico attualmente vigente prevede il calcolo della pensione basato sui contributi versati nella carriera lavorativa. E’ evidente quindi che per i ragazzi diventa sempre più incerto raggiungere una retribuzione pensionistica sufficiente ad “assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa”, così come stabilito dalla nostra Costituzione all’art. 36.

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>