Interrogazione a Poletti: “Su salvaguardie è necessario riportare dati distinti tra uomini e donne”

Interrogazione a Poletti: “Su salvaguardie è necessario riportare dati distinti tra uomini e donne”

Quante donne e quanti uomini per specifico provvedimento di salvaguardia e per ogni singola platea prevista dalla salvaguardia stessa, hanno avuto:

– la certificazione accolta

– la certificazione non  accolta

– la pensioni liquidata

Questo è quello che io e la deputata Marialuisa Gnecchi abbiamo chiesto con una interrogazione in commissione Lavoro al ministro Poletti, responsabile del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

L’interrogazione è stata pubblicata lo scorso 21 ottobre e la richiesta parte dalla diffusione,  nel mese di agosto 2016, da parte dell’Inps del report  sulle salvaguardie.

La pubblicazione dei documenti non ha mai riportato la suddivisione per sesso, quindi in vista dell’VIII salvaguardia diventa ancora più importante avere tale suddivisione perché c’è il rischio che si verifichi una restrizione dei requisiti richiesti nelle precedenti salvaguardie per alcune categorie.

Tra le altre cose in commissione Lavoro si è svolta un’indagine conoscitiva sull’impatto di genere della normativa previdenziale e sulle disparità esistenti in materia di trattamenti pensionistici tra uomini e donne.

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>