Inps in retromarcia sull’Ape Social

Inps in retromarcia sull’Ape Social

Dunque avevamo ragione noi – e l’Inca Cgil che, per prima, aveva lanciato l’allarme – sugli errori di valutazione dell’Inps sulle domande per la cosiddetta Ape Social, cioè sulla possibilità per alcune categorie di lavoratori di anticipare la pensione.
E6258557-A692-454F-A9AA-B659604F6D34B2694EB9-26C8-48B6-AF6D-BB51A21B3459
Adesso le domande respinte dovranno essere riesaminate, questa volta, si spera, nel rispetto della legge e di quello che il Parlamento aveva voluto garantire ai lavoratori.
Ancora una volta, però, il Presidente Tito Boeri – invece di scusarsi – ha provato a scaricare le proprie colpe sul legislatore accusando il Parlamento ed il Ministero del Lavoro – come riporta la stampa – di aver scritto male la legge.
BCD5E023-CEAA-4324-ADC5-CB433626F93C
In realtà è stato lui a sbagliare per eccesso di protagonismo; speriamo che questa volta il Ministro Poletti reagisca adeguatamente oppure lasci il posto allo stesso Boeri visto che è oramai il Presdente dell’Inps a (provare a) dettare le regole.

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>