Bene richiesta confronto per riforma sistema creditizio e tutela lavoratori

Bene richiesta confronto per riforma sistema creditizio e tutela lavoratori

“Bene hanno fatto i sindacati di Fabi, First, Fisac, Sinfub, Uilca , Unisin e Ugl- Credito a richiedere un confronto con il presidente del consiglio Renzi, il presidente dell’ABI, Patuelli e il presidente delle 4 banche Nicastro per determinare gli strumenti più adeguati a tutelare non solo i lavoratori di CariFerrara, Banca Marche, Popolare dell’ Etruria e CariChieti, ma anche per avviare quanto prima una riforma del sistema creditizio. Il Governo però ha dapprima bocciato un mio emendamento in commissione bilancio alla camera e successivamente un ordine del giorno in Aula che avrebbe dato una garanzia sui livelli occupazionali, prevedendo che le agevolazioni per gli istituti bancari avrebbero dovuto avere il vincolo di non procedere ai licenziamenti per i 36 mesi successivi. Purtroppo, allo stato attuale, ancora una volta sono i dipendenti e i risparmiatori a pagare il prezzo delle scelte di un management che continua con inutili rimpalli di responsabilità a non elaborare soluzioni concrete.”

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>