Anche senza fondi nazionali la politica regionale può intervenire in maniera significativa

Anche senza fondi nazionali la politica regionale può intervenire in maniera significativa

Anche senza fondi nazionali la politica regionale può intervenire in maniera significativa.

Così sono intervenuta al convegno “Economia Reale. Investimenti pubblici: crisi e opportunitá”, promosso a Palermo dalla confederazione datoriale ES.A.AR.CO., presso l’Assemblea Regionale Siciliana.

Si potrebbe iniziare dall’edilizia scolastica, aiutando i Comuni a rinnovare il proprio patrimonio immobiliare, dismettendo quindi i plessi scolastici più vecchi attraverso un fondo creato magari con l’aiuto della Cassa Depositi e Prestiti.

Un’altra risorsa preziosa sono i Fondi europei anche qui occorre però uscire dalla logica della suddivisione clientelare delle risorse, scegliendo pochi e realizzabili progetti e dandosi una tempistica stringente.

A Palermo ho portato l’esempio dell’Amministrazione regionale che ho guidato per far comprendere come gli Enti locali, con l’adeguata volontá politica, possano aiutare concretamente il territorio a crescere.

Sul fronte dell’accesso al credito per le imprese, è intervenuto poi il direttore commerciale di Confidi Palermo, Dario Costanzo: “Aiutare economicamente le aziende è possibile. Spesso il problema sono proprio le imprese, per la maggior parte impresentabili ad accedere a risorse aggiuntive in quanto prive di progetti di sviluppo di lungo periodo”.

C-fYCw6XUAQXR5b.jpg-large

Non si può non porre l’accento sull’assenza dell’Italia ai tavoli internazionali. A confermare che il Paese continua a rimanere indietro rispetto ad altri Paesi europei è stato il Presidente della Camera Tuniso Italiana di Commercio e Industria, Mourad Fradi, che si è lasciato andare a una battuta sulla differenza esistente a livello di relazioni esterne tra le Regioni italiane. “Non capisco – ha detto – come mai la Tunisia abbia maggiori rapporti con la Lombardia piuttosto che con la Sicilia”.

C-fiPN1XsAA7VSF.jpg-large

Il convegno “Economia Reale” ha visto la partecipazione di tutti i responsabili provinciali di Es.a.ar.co. Sicilia. Il presidente nazionale della confederazione datoriale, Antonio Eramo, ha ribadito l’impegno dell’associazione per favorire l’operato delle imprese in termini di produzione e tutela dei livelli occupazionali, anche nel settore della formazione e sicurezza.

C-fMSB2XoAAP-kG.jpg-large

Anche i deputati regionali di Forza Italia, Vincenzo Figuccia e Nello Musumeci hanno portato il loro saluto alla tavola rotonda di Es.a.ar.co. insieme all’Assessore all’Economia della Regione Sicilia, Alessandro Baccei.

2017-04-29 12.57.40

 

2017-04-29 12.57.46

 

2017-04-29 12.57.51

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>