Almaviva, voucher, banche: commento a Coffee Break

Almaviva, voucher, banche: commento a Coffee Break

“Mi auguro un ripensamento da parte delle RSU di Roma. E’ impensabile, a fronte dell’intesa transitoria di tre mesi firmata dalle RSU Napoli, non azzardare la ricerca di un ulteriore accordo con la multinazionale. Così si buttano 1600 lavoratori nel baratro del licenziamento.

Il comparto dei call center è difficile da tutelare perché largamente caratterizzato da concorrenza sleale nel campo degli appalti. Anche alla luce di questo il governo ha fatto tutto ciò che era nelle sue capacità per strappare un accordo”.

Con questa mia dichiarazione sulla vicenda Almaviva, la trasmissione Coffee Break di La7 ha aperto il quotidiano contenitore di informazione. In studio con me Nicola Latorre, Daniela Preziosi de Il Manifesto e Fabio Martini de La Stampa.

Abbiamo inoltre commentato il dossier banche, arrivato al rush finale in Parlamento proprio ieri:

“Con il suo voto a favore, Forza Italia, ancora una volta ha tolto le castagne dal fuoco al posto di chi fa solo politica del populismo. Il nostro non è un ‘inciucio’ ma una scelta di merito e responsabilità nei confronti dei risparmiatori”.

E proprio chi ha risparmiato è stato costretto a scappare via dalla banca Monte dei Paschi a causa della negligenza del governo che ha perso troppo tempo. Così l’istituto di credito senese ha perso gran parte della sua forza. Ricordo inoltre che sulla questione banche fu Forza Italia, all’epoca del boom Banca Etruria, la prima ad aver chiesto l’istituzione di una commissione d’inchiesta.

Sul fronte del lavoro era doveroso approfondire il sistema dei voucher, al quale dobbiamo gran parte del fallimento del Jobs Act. In commissione Lavoro della Camera abbiamo già iniziato a lavorare per la modifica e la tracciabilità di questi bonus nominali che non fanno altro che alimentare la precarietà lavorativa, in particolare tra i giovani.

La politica non è solo orientare i percorsi legislativi ma soprattutto fare i conti con la realtà. Per questo è necessario superare questi metodi di pagamento rimettere mano a una riforma che produce solo stime negative, sulla costante del ribasso.

1 commento

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>