A Forlì si conclude la 20^ tappa dei #lavoratoriperilNO

A Forlì si conclude la 20^ tappa dei #lavoratoriperilNO

Se vince il si arriverá a conclusione il disegno iniziato con Romano Prodi sulle privatizzazioni e la svendita delle aziende pubbliche.

Renzi con la riforma costituzionale non sta facendo altro che creare la cornice istituzionale e politica per portare a compimento il progetto del suo predecessore. Inoltre oltre alla   clausola di supremazia, la riforma, prevede il riaccentramento di alcune materie strategiche come ambiente e d energia e l’esclusione di  altre meno appetibili come la sanitá.

Saranno quindi i cittadini italiani ancora una volta a pagare le spese a causa del lavoro di alcuni amministratori incapaci e a causa dei diktat europei ai quali saremo costretti a rispondere.

polverini

Questo ho detto a chiusura della 20^ tappa della mobilitazione nazionale del Comitato Lavoratori per il NO. Oggi siamo stati a Forlì dove la presidente del Comitato, Valentina Iori, ha aperto l’unica tappa emiliana per il No dei lavoratori: “La riforma costituzionale passa al grande pubblico come strumento utile al taglio delle spese in politica ma in realtà non ci sarà nessun risparmio, perché per le tasche dei cittadini non cambierà nulla se a pagare i rimborsi sarà il Parlamento o saranno Comuni e Regioni. Sono sempre soldi dei contribuenti”. 

img_1007

Fosse solo per il nome, il Comitato dovrebbe puntare unicamente su quegli aspetti legati alle professioni che le modifiche vanno a toccare. Invece l’obiettivo del gruppo di lavoratori è andato oltre le premesse.

Il Segretario confederale Ugl, Ezio Favetta ad esempio ha fatto riferimento a un altro punto cardine della Carta, ossia la sovranità popolare: “Oltre a toglierci il futuro questa riforma ci porterà a non poter più scegliere i nostri rappresentanti. Inoltre con l’innalzamento del quorum per il referendum e l’aumento delle firme per la presentazione di iniziative di legge popolare il nostro potere decisionale è messo a rischio”.

La tappa di Forlì ha visto tra i relatori anche il Segretario UTL Forlì, Emanuela Del Piccolo che, seduta al tavolo della presidenza, ha introdotto gli altri interlocutori e invitato per un saluto il capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Forlì, Fabrizio Ragni.

Era presente in platea anche la consigliera comunale di Forza Italia, Vanda Burnacci.

[in parte tratto dal comunicato stampa del Comitato Lavoratori per il No]

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>