Europa inizi a riflettere di più su ingresso Turchia

Europa inizi a riflettere di più su ingresso Turchia

“Anche in tempi non sospetti, non ho mai sposato la causa della Turchia in Europa perché é un popolo che crede in valori e ideali a volte opposti ai nostri ed ha un’idea della donna che in questi giorni sta emergendo in tutta la sua violenza. Forse e’il caso che l’Europa inizi a riflettere di più rispetto a quanto ha fatto fino ad oggi visto che Paesi all’avanguardia nei diritti come la Gran Bretagna se ne vanno e non possiamo rischiare di compiere ulteriori errori. Sono molto preoccupata, al di là delle violenze che sono in corso dopo il colpo di stato in Turchia, per la questione culturale perché rischiamo di arretrare sulla questione dei diritti anche delle donne. Ci troviamo in una fase molto delicata, ingarbugliata e soprattutto condizionata da interessi economici che prevalgono su tutto. E quindi da questa situazione si fa fatica a esprimere condanne serie e a trasformare le minacce in azioni concrete. Il mondo sembra essere imbambolato e le persone nel frattempo assistono a situazioni di terrore che trapela fin nelle nostre case.”

#maipiusola, più risorse e impegno concreto contro il femminicidio

#maipiusola, più risorse e impegno concreto contro il femminicidio

“Ringrazio la Presidente Boldrini, da sempre attenta alle tematiche al femminile, per aver concesso il patrocinio per la presentazione di questa campagna di sensibilizzazione contro il femminicidio ‘Causa del decesso:LASCIATA SOLA’ che sarà messa in campo dal 30 luglio al 6 agosto dall’Enas-Ugl in 100 piazze dei maggiori capoluoghi italiani. Questa battaglia si vince con risorse certe, insieme alla società civile e alle Istituzioni stabilendo però un percorso tangibile e di collaborazione tra chi ha le possibilità di intervenire con strumenti concreti per far fronte a questa grave questione. Nel 2015 è stata introdotta una grande novità con l’inserimento nella legge finanziaria della possibilità per le donne vittime di violenza di accedere ai congedi parentali. Ricordo, poi, che durante la mia presidenza alla Regione Lazio sono stati istituiti dei percorsi rosa negli ospedali che consentivano alle donne vittime di violenza di accedere soltanto alle cure, senza passare per il pronto soccorso, ed ad avere una rete di tutela e sostegno psicologico. Questa campagna di sensibilizzazione contro il femminicidio, frutto di un’azione comune del sindacato Ugl e del patronato Enas, vuole essere un contributo per dare la possibilità alle donne di accedere ai diritti ma anche di poter in qualche modo trovare un rifugio o individuare percorsi adeguati per difendersi. Invito tutti a sostenere questa campagna che si vince anche con la partecipazione della società civile e con i social.”

DDL povertà: il Governo approva due ordini del giorno di Forza Italia

DDL povertà: il Governo approva due ordini del giorno di Forza Italia

“Un passo positivo oggi in Aula alla Camera sul ddl povertà. Il Governo, infatti, ha approvato due ordini del giorno di Forza Italia, a mia firma, attraverso i quali si impegna ad adottare ogni iniziativa volta a stanziare opportune ed adeguate risorse, nonché a potenziare quelle esistenti, per il finanziamento degli interventi previsti dal disegno legge in esame e a valutare l’opportunità di prevedere l’introduzione anche in via sperimentale di interventi fiscali in grado di sostenere le famiglie più numerose, come il quoziente familiare. Il provvedimento é infatti purtroppo privo di risorse in particolare a seguito dell’approvazione di alcuni emendamenti presentati dopo il parere della commissione bilancio. C’è invece bisogno di interventi fiscali appropriati per ridare ai nuclei familiari un po’ di respiro e politiche occupazionali e territoriali in grado di rimuovere gli squilibri esistenti a danno dei giovani e del Mezzogiorno.”