Marra non collaboratore ma dirigente del Campidoglio

Marra non collaboratore ma dirigente del Campidoglio

“Ho visto una agenzia dove si dice che Raffaele Marra è stato un mio collaboratore. In realtà il dottor Marra non era un “collaboratore”, ma un dirigente del Campidoglio che – esautorato da ogni incarico nonostante l’alto profilo professionale – fu temporaneamente assunto in Regione Lazio dove fece il primo censimento dei beni immobili avviandoli a vendita a prezzi finalmente di mercato e consentendo così all’ente di immettere assets fondamentali in bilancio. L’attuale giunta è tornata indietro rispetto alle procedure di vendita che avevano consentito una enorme valorizzazione del patrimonio pubblico con scarso interesse dei mass media e dell’opposizione.”

UE si rinnovi o sarà travolta da ondate sempre più forti di populismo

UE si rinnovi o sarà travolta da ondate sempre più forti di populismo

Dopo l’esito del referendum in Gran Bretagna è ora che l’Europa si rinnovi altrimenti i valori ai quali si sono ispirati i padri costituenti, nei quali ancora oggi ci riconosciamo, rischiano di essere travolti da ondate sempre più forti di populismo. Al tempo stesso, rischiamo di rendere inutili i sacrifici sostenuti da tanti stati membri per garantire la tenuta dell’Europa stessa. L’Italia, che é tra i fondatori dell’UE, é ora che si impegni a  capire se c’è ancora la volontà di salvaguardarla. Sicuramente ci sarà molto da fare per cambiare, bisognerà dare risposte certe sulle questioni che più interessano e preoccupano i cittadini come ad esempio l’immigrazione, il lavoro, la sicurezza perché solo con una politica comune che possa riportare un senso di appartenenza e migliori condizioni di vita per i cittadini europei si potrà ricostruire un’Europa migliore.