Condivido la proposta di Damiano sulla reversibilità

Condivido la proposta di Damiano sulla reversibilità

“Condivido la proposta di Damiano di stralciare dal ddl delega il tema delle pensioni di reversibilità e in commissione lavoro lavoreremo affinche sia cancellata. Le parole di Poletti e di altri rappresentanti del Governo non convincono ne tantomeno rassicurano perciò è necessario fare chiarezza. Troppe volte Renzi ha fatto delle promesse che poi non ha mantenuto. Basta giocare sulla pelle dei pensionati.” Così in una nota la deputata Renata Polverini (FI), vice presidente della commissione lavoro.

Sulle pensioni di reversibilità Poletti e Governo non hanno tolto dubbi anzi li alimentano

Sulle pensioni di reversibilità Poletti e Governo non hanno tolto dubbi anzi li alimentano

“Sulle pensioni di reversibilità, il Ministro Poletti, come anche altri esponenti del Governo, in realtà non hanno tolto dal tappeto questo dubbio anzi lo hanno alimentato perché parlano nella migliore delle ipotesi delle pensioni di reversibilità in essere quindi si potrebbe immaginare che comunque il governo proverà a fare un azione su quelle del futuro”. LO ha dteto la deputata di Forza Italia Renata Polverini, vice presidente della commissione Lavoro, ai microfoni di Teleradiopiù. “Insomma, ogni volta che il presidente del consiglio prende un impegno con gli italiani, che siano gli 80 euro, il bonus dei 500 euro ai giovani o il piano di povertà, alla fine – ha aggiunto – cerca sempre di mettere le mani in tasca ai pensionati. La pensione di reversibilità nasce su un’esigenza particolare ovvero quella di un paese che vedeva una presenza femminile esclusivamente nel lavoro domestico e quindi non con un’occupazione. Oggi abbiamo un mercato di lavoro in cui le donne sono comunque fortemente disoccupate rispetto agli uomini, con stipendi di gran lunga inferiori e quindi con un bagaglio previdenziale più basso e mi sembra perciò oggettivamente crudele mettere il dito su una piaga ancora aperta”, ha concluso Polverini.

Trovare soluzione per esodati e quota96

Trovare soluzione per esodati e quota96

“In commissione lavoro tentiamo da tempo di risolvere il problema degli esodati e dei quota96 ma e’molto difficile”. Cosi’ a L’aria che tira La7 la deputata di Forza Italia Renata Polverini,Vice Presidente della commissione lavoro. “Nella legge finanziaria e’ stata approvata una settima salvaguardia e sicuramente si ricorrera’ ad una ottava. E’stato inoltre stabilito un contatore ovvero rispetto alle risorse assegnate all’opzione donna, se saranno meno le donne che avranno accesso con quei determinati requisiti si potranno spostare quelle risorse sulle successive. Ma il dibattito continuo tra ragioneria generale dello stato, INPS e Ministero ha bloccato il meccanismo. Dall’inizio della legislatura ci sono proposte di legge di tutti i gruppi parlamentari che propongo la cosiddetta flessibilita’ in uscita cioe’ consentire a chi vuole di andare in pensione anticipatamente rinunciando ad una piccola parte della pensione per poi raggiungere i requisiti. Purtroppo pero’ non si riesce a raggiungere questo risultato e a portare a casa una legge che dia una soluzione strutturale al sistema. Se invece di ricorrere a tutte le salvaguardie il governo avesse rimesso la legge ante Fornero probabilmente si potevano dare risposte certe a tutti”.

Governo non può fare cassa sulle pensioni di reversibilità

Governo non può fare cassa sulle pensioni di reversibilità

“Il Governo sta provando a fare cassa sulle pensioni di reversibilità con l’obiettivo di finanziare la legge sulla povertà seguitando però solo con un percorso che continua a generare inevitabilmente nuovi poveri. E non tranquillizzano di certo le dichiarazioni del Ministro Poletti che afferma che si vuole solo superare sovrapposizioni e situazioni anomale. Da un lato l’Esecutivo vuole proporre la reversibilità per i conviventi, dall’altro togliendola però a chi già ne ha diritto perché il coniuge ha versato per tanti anni i contributi. Un provvedimento ingiusto che tra l’altro danneggerebbe soprattutto le donne che nella pensione di reversibilità vedono il loro unico riconoscimento dopo essersi per anni occupate della famiglia. Forza Italia non può assolutamente accettare che si verifichi una situazione di tale gravità e anzi darà battaglia in tutte le sedi competenti per evitare ulteriori tradimenti da parte di un Governo che non sembra interessarsi dei problemi reali degli italiani.”