renata polverini.it


“Renzi non ha mai pronunciato la parola esodati”

Redazione..

Roma, 13 Aprile-”Renzi non ha mai pronunciato la parola esodati e non hai mai parlato delle persone che in pensione vivono in difficoltà. Dopodiché non si può andare avanti con gli hastag. Ricordo che il presidente del consiglio si presentò agli italiani con le slide che riportavano due priorità: la scuola, sulla quale aveva poi postato le risorse che secondo lui venivano messe a disposizione, e il sistema idrogeologico ovvero la questione emergenziale dei territori. In questi mesi, però, non ha fatto nulla se non accentrare tutti i poteri a Palazzo Chigi per poi di volta in volta dare la colpa ad altri. Ma intanto i ponti e le scuole crollano. E quel miliardo che disse di voler mettere a disposizione del territorio si rivela assolutamente insufficiente visto che solo 500 milioni servirebbero per risolvere l’emergenza causata dai temporali piovuti lo scorso anno su Roma. Quindi anche quel miliardo era

&bnsp;

“Risolvere con urgenza vertenza Aviointeriors”

Redazione..

Roma, 10 Aprile-”É necessario far luce e risolvere quanto prima la delicata vertenza che nel Lazio sta interessando Aviointeriors, azienda del gruppo Veneruso.”Così questa mattina la parlamentare di Forza Italia Renata Polverini, Vice Presidente della Commissione Lavoro,  incontrando nuovamente gli operai  del presidio Aviointeriors di Tor Tre Ponti. “Ho già presentato un’interrogazione parlamentare destinata al ministro Poletti per chiedere chiarezza sulle vicende imprenditoriali dell’azienda, culminate nei licenziamenti che hanno interessato i dipendenti Avio. Ho anche richiesto un’audizione informale urgente perché é necessario intervenire con tutti gli strumenti opportuni per tutelare centinaia di posti di lavoro in una zona già ampiamente interessata da un grave disoccupazione.  Ma in questo momento di crisi occupazionale, anche la Regione e il Comune hanno il dovere di supportare ed intervenire con tutti i mezzi a disposizione per tentare di porre fine ad una situazione complicata al fine di mantenere viva una realtà aziendale altrimenti irrecuperabile

&bnsp;

“Il problema delle intercettazioni riguarda l’uso che se ne fa”

News

Roma, 2 Aprile-”Il problema delle intercettazioni riguarda l’uso che se ne fa. In Italia, se ne discute ogni qualvolta scoppia un caso eclatante come quello di questi giorni sulle tangenti a Ischia in cui é stato citato D’Alema.” Così la deputata di Forza Italia Renata Polverini a SKY Tg Pomeriggio. “Lo stesso D’Alema ora che viene colpito direttamente reagisce come non mi sembra abbia reagito quando le intercettazioni hanno colpito altri nomi. É comunque sintomatico che si possano tirare in ballo alcune persone piuttosto che altre al di là che abbiano commesso o meno il fatto. Chi fa politica é volente o nolente un personaggio pubblico e quindi si assumono anche dei rischi, ma un conto é quando sussiste un reato, allora ben vengano le intercettazioni, un altro é se si mettono alla pubblica gogna fatti che nulla hanno a che vedere con il caso.”


“Berlusconi in questo momento é vittima di classe dirigente inadeguata”

News

Roma, 30 Marzo-”In questo momento, Berlusconi é vittima di una classe dirigente che non si sta mostrando all’altezza delle sfide che ci attendono. Per tanti anni, il Presidente ha consentito a molti, che non avevano neanche una base personale e politica, di ricoprire ruoli istituzionali e non. Oggi quelle stesse persone non capiscono che, a fronte di un leader forte che la sinistra ha trovato, bisognerebbe tenere il partito unito anche per contrastare  l’ascesa del centrodestra di Salvini. Proprio ieri, la Francia ci ha insegnato che se esiste un centrodestra moderato anche la destra estrema arretra. Invece, in Forza Italia si continua a discutere e a litigare. In una prima fase, quella che riguardava la discussione sulle primarie, ho condiviso la battaglia che Fitto voleva portare avanti. Ma la politica é molto fluida, dinamica e cambia continuamente. Ci siamo trovati, infatti, di fronte ad un momento delicato per la scelta

&bnsp;

“Mi auguro che domani tutto il gruppo Forza Italia voti contro le riforme”

LavoroNews

Roma, 9 Marzo-”Mi auguro che domani tutto il gruppo di Forza Italia voti contro le riforme. Ne abbiamo già discusso la scorsa settimana e ieri anche il Presidente Berlusconi ha ribadito la nostra posizione. Abbiamo già rotto il Patto del Nazareno perché sostanzialmente Renzi nel metodo per la scelta del Capo dello Stato non ha tenuto conto del sostegno che Forza Italia stava dando al percorso delle riforme. E, probabilmente, anche la nostra posizione, in quel momento così confusa e variegata, ha indebolito la capacità di Berlusconi di incidere sulla scelta del Presidente della Repubblica. In politica, una volta si è incudine e una volta martello: il Pd ha trovato una leadership capace di affrontare la situazione in questo particolare momento. E nel centrodestra sicuramente non penso possa essere Salvini a contrastare Renzi perché non credo che il popolo dei moderati, che ha sempre votato per Forza Italia, si possa

&bnsp;