renata polverini.it


“Esecutivo incapace di trovare via di uscita per il Paese”

EconomiaNews

Roma, 29 Luglio- “Altro che ripresa. A seppellire le ventate di ottimismo che spirano da Palazzo Chigi, ci pensa oggi la Confcommercio. Infatti, secondo i calcoli dell’ufficio studi la pressione del fisco, in Italia, è pari al 53,2% del Pil e basta poco a capire che si tratta di una percentuale che supera quella di tutti i maggiori paesi nel mondo. Non si possono continuare a vessare gli italiani che ogni giorno fanno i conti con problemi sempre più pesanti e se l’economia non cresce quanto ipotizzato, si dovrà quasi certamente correre ai ripari, magari con la legge di Stabilità o correggendo il Def. Questo Esecutivo, oltre alle passerelle e agli spot, si è rivelato incapace di trovare una via di uscita per il Paese e le riforme appaiono sempre di più come una foglia di fico.”


“Scritte antisemite a Roma grave espressione di intolleranza”

Redazione..

Roma, 28 Luglio-”Ancora una volta compaiono a Roma scritte vergognose, grave espressione di intolleranza e antisemitismo che va fermamente condannata. Un gesto non solo vigliacco, ma anche un’offesa per la città e i suoi abitanti. Alla comunità ebraica va tutta la mia solidarietà e mi auguro che presto vengano  individuati i responsabili di questa vile azione.” Così in una nota la deputata di Forza Italia Renata Polverini.


Finalmente ‘quota96′ potranno ‘brindare’ alla pensione

LavoroNews

Roma, 26 Luglio- “Finalmente i ‘quota96′ da settembre vedranno sbloccata la loro posizione aprendo così alla possibilità di nuove assunzioni. Seppur con due anni di ritardo, grazie anche al lavoro congiunto di maggioranza e opposizione,4mila persone potranno ‘brindare’ alla pensione. Ora mi auguro che con la stessa decisione e impegno si possa individuare una proposta concreta e definitiva sul problema degli esodati, tra le tante ingiustizie prodotte dalla riforma Fornero, che resta una delle emergenze più gravi da affrontare.” Così in una nota la deputata di Forza Italia Renata Polverini, Vice Presidente della Commissione Lavoro.


RIFORME: PREOCCUPANTE MINISTRO CHE INVOCA REFERENDUM

News

Roma, 25 Luglio-”Sulle riforme, Forza Italia ha dibattuto al suo interno e alcuni parlamentari hanno mantenuto una posizione critica, ma come partito abbiamo inteso continuare a sostenere l’impegno che Berlusconi ha stretto nei confronti del Paese proprio nel cosiddetto Patto del Nazareno. Mettere però una scadenza come quella dell’8 Agosto nell’ambito di un dibattito così aspro all’interno della seconda Camera dello Stato chiaramente può rappresentare un problema. E quando un Ministro reclama addirittura un referendum, che io vorrei considerare essere uno strumento nella disponibilità dei cittadini e delle opposizioni quando non convinti delle scelte dei legislatori e dei governi, è abbastanza preoccupante perché è come se si volesse cercare un plebiscito su una riforma. Non è un messaggio rasserenante sia nei confronti degli italiani che della stessa opposizione. Dopodiché, sicuramente i cittadini vogliono le riforme, ma chiedono soprattutto di uscire da una situazione di difficoltà che i dati economici continuano a confermare.

&bnsp;

“Per Renzi più che un Ministro dell’economia ci vorrebbe un giocoliere”

EconomiaNews

Per Renzi più che un Ministro dell’economia ci vorrebbe un giocoliere capace di tenere in aria tutte le palle che il Presidente del Consiglio fa volare per illudere gli italiani di poter rappresentare la soluzione alla crisi economica. Il parziale finanziamento degli ammortizzatori sociali è un altro esempio di come alle promesse di mantenere integre le tutele sociali non seguano i fatti e, anzi, il Governo consideri le risorse pubbliche un qualcosa da gestire in modo discrezionale, come nel caso degli 80 euro. Di fronte ad una crisi così pesante per le famiglie e a dati drammatici sulla tenuta del sistema industriale come quelli diffusi ieri dall’Istat, il Governo non può togliere un solo euro dal capitolo degli ammortizzatori sociali.